venerdì 28 giugno 2013

#013 - La Città dell'Uomo


© fotografie di Maurizio Leoni

Nell’anno 2009 ho realizzato questo lavoro che ho intitolato “La città dell’Uomo”.
Con una “Toy Camera” ho annotato le mie percezioni visive originate dalla relazione con l’ambiente urbano durante le frequentazioni sul campo.
La particolare scelta di utilizzare una plasticheggiante e giocattolosa Diana F+ e il linguaggio fotografico che ne consegue è dovuta al voler raccontare la città come contenitore e palcoscenico della vita dell’uomo, senza voler entrare nello specifico del luogo.
Una città anonima, imperfetta, deformata, fuori fuoco, sfuggente agli sguardi delle persone, che forse nemmeno la vedono, ma che tutti i giorni l’attraversano e la vivono.
Nella sostanza, una città meno architetture e paesaggio e più teatro di solitudini, crocevia di vite, incrocio di destini.

2 commenti:

Elisabetta Marzi ha detto...

Se non fosse per il minimetrò non sembrerebbe neanche la nostra Perugia, è incredibile quante cose ci perdiamo non prestando attenzione ai dettagli che ci circondano!

Vmiles ha detto...

In questo lavoro c'è la curiosità della scoperta accompagnata al disagio estraniante di una realtà non sempre a misura d'uomo. Tema sempre affascinante.
Complimenti!
Vincenzo